Menu Content/Inhalt
Home
 
Le fonti energetiche rinnovabili nella nuova finanziaria

La finanziaria 2008 incentiva la remunerazione dell'energia elettrica prodotta a partire da biomasse di origine agricola e forestale, prodotte e raccolte entro 70 km dall'impianto di trasformazione elettrica.

Un intero capitolo della Finanziaria 2008 è stato riservato al tema "Energia e diversificazione delle fonti". Importanti le novità inerenti la produzione di energia da biomasse, in particolare quella della valorizzazione delle filiere corte. E' stato infatti determinato un notevolissimo incremento della remunerazione dell'energia elettrica ottenuta a partire da biomasse di origine agricola e forestale, prodotte e raccolte entro brevi distanze in base a contratti di filiera, cioè ricavate entro un raggio di 70 km dall'impianto che le utilizza per generare elettricità. La nuova finanziaria prevede infatti una forma di incentivo per la produzione di energia elettrica mediante impianti alimentati da biomasse e biogas che presenta caratteristiche innovative e molto interessanti sotto il profilo economico, in particolare per il settore agricolo e forestale.

Per beneficiare dell'incentivo è necessario che la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili sia stata autorizzata successivamente al 31 dicembre 2007.

Questa forma di sostegno può essere riconosciuta a precise condizioni:

  • che le biomasse e il biogas derivino da prodotti agricoli e forestali o da allevamento, inclusi i sottoprodotti come ad esempio i residui delle colture, ramaglie e potature derivanti dall'attività agricola e selvicolturale, liquami zootecnici e altro;
  • che questi prodotti siano ottenuti nell'ambito di intese di filiera o contratti quadro così come disciplinati dagli articoli 9 e 10 del D.Lgs 102/2005, oppure da filiere corte.

Inoltre, per i soggetti responsabili di impianti di potenza elettrica nominale non superiore a 1 MW, ci sarà la possibilità di scegliere il "conto energia" per la fonte solare fotovoltaica. Questo conto energia, per elettricità prodotta a partire da biomasse, prevede una tariffa incentivante fissa (0,3 euro/kWh).

 

Fonte: Alberi e Territorio

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 23 gennaio 2008 )